• walter-martino-personal-sommelier-slide01
  • walter-martino-personal-sommelier-slide02
  • walter-martino-personal-sommelier-slide03
  • walter-martino-personal-sommelier-slide04

Perché diventare sommelier

In apparenza quella del sommelier è una professione che nasce essenzialmente dalla passione per il vino; del resto per chi lo ama, far diventare la degustazione del vino il proprio mestiere non può che essere una brillante soluzione, specie in periodo come questo dove trovare una occupazione è senz’altro un compito difficile, e trovare strade alternative quali la libera professione può risultare una soluzione brillante.

A ciò si aggiunga il fatto che l’accesso ad i corsi per sommelier non è precluso a persone che non hanno fatto altri studi oltre la scuola dell’obbligo, facendo diventare questa professione una delle più trasversali.

Tuttavia per diventare sommelier competente gli ambiti di competenza sono molteplici, e ciò presuppone un determinato arco di studi che porti infine al punto di arrivo: la professione del sommelier

Infatti le varie scuole per diventare sommelier per poter essere frequentate con successo necessitano di un impegno serio e costante. Sotto il punto di vista dei programmi, le scuole per diventare sommelier investono un molteplicità di aspetti che superano di molto il mero assaggio delle varie qualità di vini ed il riconoscimento dei sapori riconoscibili in essi. Infatti i programmi delle scuole per diventare sommelier spaziano dalla descrizione della funzioni del sommelier all’analisi sensoriale, la fisiologia dei sensi, quindi l’enologia, la viticultura. Sono inoltre trattati gli aspetti legati alla legislazione vitivinicola, così come uno studio approfondito della enografia nazionale ed internazionale e lezioni sugli abbinamenti cibo-vino.

Questo iter di corsi consentirà quindi di accedere alla professione di sommelier nella maniera più seria e qualificata, spalancando le porte ad una carriera che potrà svolgersi anche in ambito internazionale, dove i sommelier italiani sono particolarmente apprezzati. Una splendida opportunità per un giovane che voglia girare il mondo.

In ultimo, un altro aspetto che può far cadere la scelta sul diventare sommelier fa leva sulla vanità. La professione del sommelier risulta affascinante anche sotto l’aspetto visivo. Un abbigliamento curato infatti rende il sommelier immediatamente distinguibile nel ristorante. Come da tradizione il sommelier abitualmente indossa lo smoking o il frac. E’ tuttavia comune anche un abbigliamento meno formale, composto da un grembiule lungo, di solito nero, una camicia bianca, pantaloni e scarpe di colore nero.

Login